Temi e protagonisti della filosofia

Diogene Laerzio su Parmenide (IX, 21-23)

Diogene Laerzio su Parmenide (IX, 21-23)

Ott 10

    Bramo precedente: Diogene Laerzio su Senofane (IX, 18-20)   21 Dunque, Parmenide di Pire, eleate, udì Senofane. Teofrasto nell’Epitome riporta la fama che questi udì Anassimandro. Comunque, avendo udito anche Senofane, non seguì il solco della dottrina di costui. S’accomunò eziandio col pitagorico Aminia di Diochete (come professò Sozione), uomo bensì povero, ma...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Set 06

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2   3. Orbene, questa è per noi una singola [: un’unica] natura, l’intelletto, gli essenti tutti, la non-latenza [: verità]; se dunque lo è, è un qualche maestoso dio; o meglio, non un qualche [dio], ma questi stimano d’essere tutto [dio]....

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Set 03

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1   2. Non si deve allora né cercare gli intelligibili all’esterno [dell’intelletto] né giudicare che nell’intelletto vi sono i tipi [: le impronte] degli essenti né, astraendoli dalla non-latenza [: verità], ridurre gli...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Ago 30

    1. Orbene, qualcuno potrebbe forse professare che l’intelletto, l’intelletto vero e ontologicamente essente, s’inganni qualche volta e ammetta nella sua dottrina i non-essenti? In nessun modo. E difatti come potrebbe esser ancora intelletto se fosse inintelligente? Occorre allora ch’egli eternamente abbia visto [: sempre sappia] e non oblii nella latenza in alcuna...

Una prospettiva contemporanea sul rapporto tra filosofia e religione. Intervista di Tudor Petcu a Peter Jonkers

Una prospettiva contemporanea sul rapporto tra filosofia e religione. Intervista di Tudor Petcu a Peter Jonkers

Mag 18

  Nota introduttiva sull’intervistato: Peter Jonkers, filosofo olandese, insegna all’Università di Tilburg. Tra i suoi ambiti di ricerca vi sono la filosofia della religione, la metafisica, la filosofia della cultura e la storia della filosofia moderna (sopratutto Hegel e i suoi contemporanei). Tra le sue pubblicazioni: P. Jonkers, From rational doctrine to Christian wisdom. A...