Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 9

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 9

Mar 05

    Brano precedente: Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 8   9. Che vede quindi quella vista interiore? Beh, appena svegliata è totalmente incapace di vedere gli enti splendidi [32]. Bisogna quindi assuefare l’anima stessa a vedere per prima cosa le belle occupazioni; successivamente le realizzazioni belle, non quante realizzano le tecniche, bensì quante realizzano gli |5|...

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 8

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 8

Mar 01

    Brano precedente: Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 7   8. Qual è quindi il modo? Quale il meccanismo [27]? Come si contemplerà una bellezza ingestibile [28] rimanente come nell’interno del santuario e non procedente verso l’uscita affinché la veda anche qualunque profano? Vada dunque e prosegua verso l’interno colui che può, lasciando all’esterno la...

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 7

Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 7

Feb 26

    Brano precedente: Plotino, Enneade I 6 [1: Sul bello], 6   7. Bisogna quindi rivenire in alto all’ottimo bene, cui si dirige appetendo ogni anima. Se qualcuno quindi ha visto esso, sa ciò di cui parlo, come sia bello. È oggetto di desiderio, infatti, come bene, ed il desiderio si getta verso questo; l’attingimento di esso, comunque, è riservato a coloro che vengono...

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 9

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 9

Dic 11

    Brano precedente: Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 8   9. Anassagora, dunque, riferendosi a un intelletto puro e incommisto, anch’egli fa del primo un che di semplice e dell’uno un che di separato; comunque, a causa dell’antichità, ha tralasciato la precisione. E pure nella visione d’Eraclito l’uno è eterno ed intelligibile: infatti i...

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 8

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 8

Dic 07

    Brano precedente: Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 7   8. E per questo vi son anche i tre gradi di Platone: tutte le cose son intorno al re di tutte le cose ‒ professa, ecco, sul primo ‒ ed il secondo intorno al secondo ed il terzo intorno al terzo [22]. Argomenta, dunque, che anche della causa v’è un padre [23], |5| giudicando causa...