Temi e protagonisti della filosofia

La filosofia politica di Gilles Deleuze (3)

La filosofia politica di Gilles Deleuze (3)

Set 01

    Articolo precedente: La filosofia politica di Gilles Deleuze (2)   3. Il metodo della psicoanalisi Ho distinto precedentemente due problemi nella psicoanalisi: il problema della normalità e quello dell’interpretazione della malattia in vista di una guarigione. All’inizio gli psicoanalisti dovevano aver pensato così: se si stabilisce un modello di individuo...

Argomentazioni sull’ontologia del piacere

Argomentazioni sull’ontologia del piacere

Ago 08

  Oggi pubblichiamo il primo articolo di Cesare Lombardi, medico cardiologo e studioso autodidatta di filosofia. Cesare inizia la sua collaborazione con un articolo sulla discussione del concetto di piacere nell’opera Dilemmi di Ryle. Ringraziandolo per il contributo, gli diamo il benvenuto tra i collaboratori del blog.   Nell’opera più importante di Gilbert Ryle, The Concept...

Platone, Lettera VII 334e-335c

Platone, Lettera VII 334e-335c

Mag 14

  [334e] Ecco, se ci si getta sulle cose più belle per sé e per la città il patire tutto ciò che si può patire è retto e bello. Ecco, nessuno di noi è nato [pephuken] immortale, e neppure se a qualcuno avvenisse diverrebbe felice [eudaimōn], come sembra [dokei] ai più: ecco, nessun male e bene degno di nota [logou] c’è [335a] per coloro che non han anima [apsukhois], ma questo...

Evagrio Pontico, Logos praktikos (4)

Evagrio Pontico, Logos praktikos (4)

Apr 02

Brano precedente: Evagrio Pontico, Logos praktikos (3)   24. La natura dell’animosità è di combattere i demoni e lottare per qualunque piacere. Perciò gli angeli, suggerendoci il piacere spirituale e la beatitudine derivante da esso, ci chiamano a torcere l’animosità contro i demoni; essi, tuttavia, traendoci nel solco dei desideri mondani, forzano contro natura l’animosità a...

Evagrio Pontico, Logos praktikos (3)

Evagrio Pontico, Logos praktikos (3)

Mar 30

Brano precedente: Evagrio Pontico, Logos praktikos (2)   Nei confronti degli otto pensieri 15. Ebbene, stabilizzano l’intelletto vagante [1] lettura e [2] veglia e [3] preghiera; mortificano, poi, il desiderio deflagrante [1] fame e [2] fatica e [3] solitudine; fan riposare, poi, l’animo incollerito [1] salmodia e [2] longanimità e [3] misericordia; e questi atti van generati nei tempi...