Temi e protagonisti della filosofia

Plutarco, Anche la donna va educata

Plutarco, Anche la donna va educata

Giu 12

[Stob. 3,18,27] Estratto dallo scritto di Plutarco Anche la donna va educata:Considerano sacri a Dioniso il nartece e il Lete, giacché non bisogna ricordare i demeriti pulsionali indotti dal vino, bisognosi altrimenti d’una condanna blanda simile a quella fatta ai pargoli. A questo somiglia anche quest’ode: «odio se memore chi beve assieme con me». Euripide, dunque, disse che...

Diogene Laerzio su Anassarco (IX, 58-60)

Diogene Laerzio su Anassarco (IX, 58-60)

Ott 03

Brano precedente: Diogene Laerzio su Diogene di Apollonia (IX, 57) 58 Anassarco era abderita. Costui udì le lezioni di Diogene lo smirneo; quest’ultimo, a sua volta, aveva udito quelle di Metrodoro il chioto, il quale diceva di non sapere neanche questo, cioè di non sapere nulla. Metrodoro, infine, avrebbe udito Nessa il chioto; altri, comunque, professano che abbia udito Democrito. Questo...

Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (26)

Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (26)

Mar 10

    Articolo precedente: Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (25)   26. Deleuze: le tre sintesi del tempo in Differenza e ripetizione   […] il nemico si agita, insinuato ovunque nel cosmo platonico, la differenza resiste al suo gioco, Eraclito e i sofisti fanno un chiasso infernale […]. [88] Eraclito fa troppo rumore! Troppo...

Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (21)

Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (21)

Feb 11

    Articolo precedente: Nietzsche, Bergson, Husserl, Heidegger, Deleuze: sul divenire eracliteo (20)   21. Heidegger e Bergson: il tema della morte   E dentro di noi è presente un’identica cosa: vivente e morto, e lo sveglio e il dormiente, e giovane e vecchio: difatti queste cose, una volta rovesciate, sono quelle, e quelle dal canto loro, una volta rovesciate, sono...

Testimonianze filosofiche su Anassagora (2)

Testimonianze filosofiche su Anassagora (2)

Set 02

    Articolo precedente: Testimonianze filosofiche su Anassagora (1)   Diels-Kranz 59 A 2 Harpocrates: Anassagora: sofista, figlio di Egesibulo, clazomenio, allievo di Anassimene milesio. Fu soprannominato Nous, poiché disse che materia ed intelletto son guardia di tutte le cose [hulēn te kai noun pantōn phrouron]. Egli è colui che disse che il sole è un ammasso di ferro...