Temi e protagonisti della filosofia

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (3)

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (3)

Mar 17

    Articolo precedente: Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (2)   La lingua esiste nella misura in cui coloro che si immergono in un comportamento linguistico la trattano come se esistesse. Un po’ come accadeva col baratto o, adesso, col denaro. Un esempio molto emblematico, posto proprio da Searle, è questo: diamo valore ad...

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (2)

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (2)

Mar 10

  Articolo precedente: Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociali (1)   Sicuramente per parlare di intenzionalità comunicativa dovremo trovare anche una motivazione al segno in questione, ma una delle tesi che oggi viene data per assodata dagli studiosi è quella secondo cui le lingue umane siano fatte di segni arbitrari: svincolati da una...

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (1)

Linguaggio e comportamenti linguistici: tra intenzionalità e funzionalità sociale (1)

Mar 06

  Sicuramente vi è una proprietà del comportamento che difficilmente potrebbe essere più fondamentale e che, proprio perché fin troppo ovvia, spesso viene trascurata: Il comportamento non ha un suo opposto. […] Non è possibile avere un non comportamento. Non è possibile non comunicare. [1] Se si accetta che l’intero comportamento durante lo svolgimento di una interazione è...

Fisiologia dell’immagine: Zavattini e la nascita del neorealismo cinematografico

Fisiologia dell’immagine: Zavattini e la nascita del neorealismo cinematografico

Gen 31

Il movimento neorealista, che come indirizzo filosofico si opponeva a tutto ciò che aveva rappresentato il fascismo ed era animato da una visione del mondo e dei fatti sociali echeggianti temi marxisti quali la denuncia di una condizione umana offesa da difficoltà e violenze quotidiane e quindi dalla riscoperta dei valori primigeni del mondo contadino e delle classi subalterne (tale indirizzo...

L’interferenza simbolica tra Cassirer e Duchamp

L’interferenza simbolica tra Cassirer e Duchamp

Dic 18

    «L’uomo non si trova più direttamente di fronte alla realtà; per così dire, egli non può più vederla faccia a faccia. La realtà fisica sembra retrocedere via via che l’attività simbolica dell’uomo avanza. Invece di avere a che fare con le cose stesse, in un certo senso l’uomo è continuamente a colloquio con se medesimo» [1]. Secondo Ernst Cassirer, il simbolo...