Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 8

Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 8

Gen 22

    Brano precedente: Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 7   8. Se bisogna anche osare argomentare più chiaramente il proprio parere contro l’opinione degli altri, neppure la nostra anima è tutta immersa, ma nell’intelligibile v’è sempre qualcosa di essa; comunque, se la parte nel sensibile domina (o meglio, se è dominata e turbata), |5|...

Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 3

Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 3

Gen 01

    Brano precedente: Plotino, Enneade IV 8 [6: Sulla discesa dell’anima nei corpi], 2   3. Per quanto riguarda, dunque, l’anima umana, la quale, s’argomenta, nel corpo patisce tutti i mali e se la passa duramente [30] nascendo in mezzo a insensatezze e desideri e paure ed agli altri mali [31], per la quale il corpo è sia catena sia tomba, mentre il cosmo è per essa...

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 11

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 11

Dic 18

    Brano precedente: Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 10   11. Giacché quindi l’anima ragionante s’interessa delle cose giuste e delle cose belle ed il ragionamento ricerca se questo sia giusto e se quest’altro sia bello, è necessario che anche vi sia qualcosa di giusto che resti stabile, da cui si genera anche il ragionamento per l’anima. Sennò...

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 10

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 10

Dic 14

    Brano precedente: Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 9   10. Dunque, che bisogna credere che v’ha questo, cioè che v’è l’uno al di là dell’essente ‒ al modo in cui l’argomento voleva dimostrare così com’è possibile dimostrare per quanto riguarda queste cose ‒, che dunque successivamente vi sono l’essente e l’intelletto, che la...

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 9

Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 9

Dic 11

    Brano precedente: Plotino, Enneade V I [10: Sulle tre ipostasi originarie], 8   9. Anassagora, dunque, riferendosi a un intelletto puro e incommisto, anch’egli fa del primo un che di semplice e dell’uno un che di separato; comunque, a causa dell’antichità, ha tralasciato la precisione. E pure nella visione d’Eraclito l’uno è eterno ed intelligibile: infatti i...