Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 8

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 8

Set 24

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7   8. Comunque non si deve cercare donde [è apparsa]; siccome non v’è questo «donde»; siccome né arriva in né esce da nessun posto, tutt’altro: appare e non appare; perciò bisogna non tallonarla, tutt’altro: rimanere in quiete,...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7

Set 20

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 6   7. Ordunque, giacché anche l’osservare in atto è duplice, come s’osserva per l’occhio ‒ siccome per esso una cosa è il guardato, l’eidos [: la forma] del sensibile, un’altra quello attraverso cui guarda l’eidos [: la...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Set 06

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2   3. Orbene, questa è per noi una singola [: un’unica] natura, l’intelletto, gli essenti tutti, la non-latenza [: verità]; se dunque lo è, è un qualche maestoso dio; o meglio, non un qualche [dio], ma questi stimano d’essere tutto [dio]....

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Set 03

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1   2. Non si deve allora né cercare gli intelligibili all’esterno [dell’intelletto] né giudicare che nell’intelletto vi sono i tipi [: le impronte] degli essenti né, astraendoli dalla non-latenza [: verità], ridurre gli...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Ago 30

    1. Orbene, qualcuno potrebbe forse professare che l’intelletto, l’intelletto vero e ontologicamente essente, s’inganni qualche volta e ammetta nella sua dottrina i non-essenti? In nessun modo. E difatti come potrebbe esser ancora intelletto se fosse inintelligente? Occorre allora ch’egli eternamente abbia visto [: sempre sappia] e non oblii nella latenza in alcuna...