Temi e protagonisti della filosofia

Testimonianze filosofiche su Anassagora (11)

Testimonianze filosofiche su Anassagora (11)

Ott 04

    Articolo precedente: Testimonianze filosofiche su Anassagora  (10)   Diels-Kranz 59 A 62 Diodorus, I 7, 7: Sembra che per quanto riguarda la natura di tutte le cose [peri tēs tōn holōn phuseōs] neppure Euripide, essendo discepolo di Anassagora il fisico, dissentisse dagli argomenti precedenti: nella Melanippe, infatti, fa questa uscita: < e il discorso [muthos] non è...

Testimonianze filosofiche su Anassagora (6)

Testimonianze filosofiche su Anassagora (6)

Set 16

    Articolo precedente: Testimonianze filosofiche su Anassagora (5)   Diels-Kranz 59 A 45 Aristot. Phys. 203a 19: Quanti invece rendono [poiousi] infiniti gli elementi, come per esempio Anassagora e Democrito, l’uno con [ek] le omeomerie, l’altro con la panspermia delle forme [panspermias tōn skhēmatōn], affermano che l’infinito è continuo [sunekhes] per contatto [tē(i)...

Frammenti di Anassagora (4)

Frammenti di Anassagora (4)

Ago 26

    Articolo precedente: Frammenti di Anassagora (3)   Diels-Kranz 59 B 15 Simpl. Phys. 179, 3: E dopo poco «mentre il denso», dice, «ed… etere». to men puknon kai dieron kai psukhron kai to zopheron enthade sunekhōrēsen, entha nun <hē gē>, to de araion kai to thermon kai to xēron exekhōrēsen eis to prosō tou aitheros. Mentre il fitto ed umido e freddo ed il...

Frammenti di Anassagora (3)

Frammenti di Anassagora (3)

Ago 23

    Articolo precedente: Frammenti di Anassagora (2)   Diels-Kranz 59 B 11 Simpl. Phys. 164, 22: Dice dunque luminosamente che en panti pantos moira enesti plēn nou, estin hoisi de kai nous eni. «In ogni cosa è insita parte di ogni cosa, tranne che del nous; vi sono cose nelle quali comunque v’è anche il nous» Diels-Kranz 59 B 12 Simpl. Phys. 164, 24: Ed ancora che «le...

Frammenti di Anassagora (1)

Frammenti di Anassagora (1)

Ago 16

    H. Diels – W. Kranz, Die Fragmente der Vorsokratiker, Griechisch und Deutsch, Berlin 1951-1952, 59 B 1 Simplicius, In Aristotelis Physicam, 155, 23: Che Anassagora professa che da un unico miscuglio si secernono omeomeri infiniti di numero [ex henos migmatos apeira tō(i) plēthei homoiomerē apokrimesthai phēsi], essendo, da una parte, tutte le cose insite in ogni cosa e,...