Temi e protagonisti della filosofia

Diogene Laerzio su Bione (seconda parte: IV, 51-58)

Diogene Laerzio su Bione (seconda parte: IV, 51-58)

Set 18

Brano precedente: Diogene Laerzio su Bione (prima parte: IV, 46-51) Costui, da principio, privilegiò le teorie accademiche, nel tempo in cui udì Cratete; poi cominciò ad obbedire all’agire cinico, prendendo il mantello e la bisaccia. 52 Ecco, per quale altra ragione costui si sarebbe convertito all’apatia? Dopodiché passò a occuparsi dei ragionamenti teodorei...

Diogene Laerzio su Ferecide (I, 116- 122)

Diogene Laerzio su Ferecide (I, 116- 122)

Mar 20

Brano precedente: Diogene Laerzio su Epimenide (I, 109-115) 116 Ferecide di Babis era di Siro – questo professa Alessandro nelle Successioni –; udì le dissertazioni di Pittaco. Teopompo professa che costui fu il primo, nella letteratura degli Elleni, a scrivere pertinentemente alla natura e alla genesi degli dei. Una pluralità di leggende meravigliose, dunque, si riferiscono per...

Diogene Laerzio su Senofane (IX, 18-20)

Diogene Laerzio su Senofane (IX, 18-20)

Ott 31

18 Senofane di Dessio o, secondo Apollodoro, di Ortomeno, di Colofone, è oggetto della lode di Timone, giacché, ecco, favella così: Senofane, dunque, sottratto al fumo, oppositore dell’inganno d’Omero. Questi, esiliato dalla patria, trascorse la propria vita in Zancle di Sicilia e in Catania. Secondo alcuni, poi, non ascoltò le lezioni di nessuno, mentre secondo altri ascoltò Botone...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 10

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 10

Dic 27

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 9   10. Per questo anche Giove, pur essendo il più vecchio fra gli altri dei, che egli guida, per primo si porta sull’osservazione di questo [: del cosmo intelligibile], dunque seguono gli altri dei e demoni ed anime, quelle che possono guardare queste cose [15]. Costui |5| dunque appare a essi...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 3

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 3

Nov 08

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 2   3. V’è quindi anche nella natura un logos [: forma razionale] di bellezza archetipo di quella nel corpo; comunque più bella di quella nella natura è quella nella psiche [: nell’anima], da cui deriva anche quella nella natura. Il più illuminato, ecco, è quello [: quella forma razionale...