Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 6

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 6

Nov 29

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 5   6. Sembra dunque a me che anche i sapienti tra gl’Egizi, che l’abbiano desunto da un’accurata episteme [: scienza] ovvero anche da un’episteme [: una scienza] che fosse connaturata, per quanto riguarda le cose che volevano indicare mediante la sapienza, non abbiano utilizzato tipi [:...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 3

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 3

Nov 08

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 2   3. V’è quindi anche nella natura un logos [: forma razionale] di bellezza archetipo di quella nel corpo; comunque più bella di quella nella natura è quella nella psiche [: nell’anima], da cui deriva anche quella nella natura. Il più illuminato, ecco, è quello [: quella forma razionale...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 2

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 2

Nov 01

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 1   2. D’altronde noi usciamocene dalle tecniche; osserviamo dunque teoreticamente gl’enti le cui funzioni [le arti] son giudicate imitare, le bellezze generate per natura e [come tali] giudicate, tutti i viventi intelligenti e inintelligenti e molto di più quanti di essi prosperano in...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 1

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 1

Ott 25

    1. Giacché professiamo che colui che s’è trovato alla contemplazione del cosmo intelligibile e ha compreso la bellezza del non-latente nous [: del vero intelletto], proprio questi potrà ammettere nell’intelligenza anche il padre di questo e colui ch’è al di là del nous [: dell’intelletto], sperimentiamo il vedere e l’evocare per noi |5| stessi, così come si...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 12

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 12

Ott 11

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 11   12. Bisogna dunque osservare [l’organo] con cui si deve percepire ciascuna delle cose, cogli occhi alcune, cogli orecchi invece altre, così come le altre [cogli organi appropriati]; anche coll’intelletto bisogna confidare che se ne...