Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 8

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 8

Mar 14

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 7   8. Il nous [: l’intelletto], or dunque, che qualità guarda nell’intelligibile, e che qualità in se stesso? Beh, non si deve cercare l’intelligibile come il colore o lo schema occorrenti sui corpi; siccome, prima che queste cose siano, vi sono quelle; anche...

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 7

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 7

Mar 07

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 6   7. «D’altronde contempla teoreticamente il dio», potremmo evocare. Ma se qualcuno concorderà coll’assemblea degli argomentatori sulla lettura che egli conosce il dio, anche per questa via sarà necessitato a concedere che conosce anche se stesso. E...

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 6

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 6

Feb 28

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 5   6. Ordunque, questo ragionamento ha indicato che il pensare in senso proprio se stesso è qualcosa. [L’intelligenza] pensa quindi altrimenti essendo occorrente nella psiche [: nell’anima], occorrendo invece nel nous [: nell’intelletto] [pensa in senso]...

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 4

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 4

Feb 14

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 3   4. Regniamo dunque anche noi, allorché ci conformiamo a lui; il conformarsi a lui, dunque, è duplice, o come per mezzo d’iscrizioni scritte in noi come leggi, o perché in qualche modo ne siam riempiti oppure possiamo vederlo e sentirlo presente. Dunque conosciamo...

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 3

Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 3

Feb 07

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 3 [49: Sulle ipostasi conoscitrici e su quel ch’è al di là], 2   3. La sensibilità difatti ha visto un umano e ne ha dato il tipo alla dianoia [: l’impronta al pensiero discorsivo]; questa [: il pensiero discorsivo] dunque che professa? Beh, non verbalizza ancora alcunché, ma ha conosciuto ed è rimasta ristante; a meno che,...