Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 13

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 13

Gen 17

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 12   13. Quindi il dio [: Crono: l’intelletto] ch’è vincolato al fine di rimanere nella stessa condizione in cui è e ha concesso al figlio [Giove: anima] di comandare su questo tutto [: universo] ‒ siccome era contrario al suo tropo [: alla sua convenienza] rigettare il comando di là per...

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 10

Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 10

Dic 27

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 8 [31: Sulla bellezza intelligibile], 9   10. Per questo anche Giove, pur essendo il più vecchio fra gli altri dei, che egli guida, per primo si porta sull’osservazione di questo [: del cosmo intelligibile], dunque seguono gli altri dei e demoni ed anime, quelle che possono guardare queste cose [15]. Costui |5| dunque appare a essi...

Plotino, Enneade V 7 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 1

Plotino, Enneade V 7 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 1

Ago 16

    1. V’è forse un’idea anche di quel ch’è singolo? Ebbene sì, se io e ciascuno esibiamo l’attività occorrente all’ascesa all’intelligibile e il principio di ciascuno è là. Già, se Socrate è sempre anche l’anima di Socrate, vi sarà Socrate-stesso, perciò, come anima, i singoli anche |5| così si giudicano esser là. Se invece non sempre [Socrate è...

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 14

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 14

Ago 13

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 13   14. Perciò questa natura abbracciante tutte le cose nell’intelligibile va classificata come principio. Eppure come [è possibile questo], giacché il principio è quello che è ontologicamente singolo [uno] e totalmente semplice, mentre v’è pluralità negli essenti? Come...

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 13

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 13

Ago 09

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 12   13. Rimane dunque da dar voce alla questione se là rimangono solo le cose che son nel sensibile oppure, come per l’umano v’è un umano-stesso altro [diverso] dall’umano, così là v’è anche un’anima-stessa altra [diversa] dall’anima e un intelletto-stesso altro...