Temi e protagonisti della filosofia

Porfirio, In merito a Giuliano il caldeo (1)

Porfirio, In merito a Giuliano il caldeo (1)

Mar 25

Suda IV 178, 22: In merito a Giuliano il caldeo. Marino, Vita di Proclo, p. 82, 9-13 Garzya: […] imbattutosi con interesse nei suoi (di Siriano) commentari a Orfeo e nelle miriadi di commentari di Porfirio e di Giamblico agli oracoli e ai contenuti degli scritti dei Caldei […] verso i vertici delle virtù […] ci elevammo. Basilio Minimo, Scolii alle Orazioni di s....

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (4)

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (4)

Mar 18

Articolo precedente: Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (3) Eusebio, Preparazione evangelica, XV 11, 4: Dunque tutti quanti gli altri proferimenti verbalizzati da altri per quanto concerne l’anima ci recano vergogna. Come, ecco, non è vergognoso il ragionamento che fa dell’anima l’entelechia di un corpo fisico organico? Come, dunque, non è carica di vergogna la...

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (3)

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (3)

Mar 11

Articolo precedente: Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (2) Eusebio, Preparazione evangelica, XIV 10, 3: … giacché i conseguimenti delle intellezioni e della storia stabiliscono in modo non ambiguo che l’anima è immortale; di contro i ragionamenti raccolti da parte dei filosofi in vista di questa dimostrazione sembrano essere facili a rovesciarsi per l’abilità degli...

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (2)

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (2)

Mar 04

Articolo precedente: Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (1) Eusebio, Preparazione evangelica, XI 28, 11-12: Se infatti è dimostrato che l’anima tra tutte le cose è la più simile al divino, che bisogno c’è che esiga ancora altri ragionamenti in vista della legittimazione della sua immortalità colui che ne fa una premessa e non conta questo ragionamento come uno tra...

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (1)

Porfirio, Contro Boeto Sull’anima (1)

Feb 26

Eusebio, Preparazione evangelica, XI 28, 1-10: … così, per esempio, l’allegazione di un ragionamento a cui a Platone sembrò s’addicesse l’essere discriminante nello stabilire l’immortalità dell’anima: quello elaborabile dal simile. Questo il ragionamento: se è simile a quanto è divino ed immortale ed invisibile ed inscindibile ed indissolubile ed essenziale ed a...