Temi e protagonisti della filosofia

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 13

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 13

Ott 18

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 12   13. Lui doveva dunque anche, essendo il bene-stesso e non un bene, non avere in se stesso nulla, giacché [non aveva] neanche un bene. Difatti, ciò che avrà, l’avrà o come bene o come non-bene; d’altronde né nel bene, ovvero nel...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 12

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 12

Ott 11

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 11   12. Bisogna dunque osservare [l’organo] con cui si deve percepire ciascuna delle cose, cogli occhi alcune, cogli orecchi invece altre, così come le altre [cogli organi appropriati]; anche coll’intelletto bisogna confidare che se ne...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 11

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 11

Ott 04

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 10   11. E l’illimitato [: l’infinito] appartiene a questo [: all’uno] per il fatto di non essere più di un singolo e non avere alcunché nei cui riguardi definire [: delimitare] qualcuna delle sue proprietà; siccome, per il fatto...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 10

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 10

Ott 01

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 9   10. D’altronde tu non mi devi guardare esso [: l’uno] attraverso altri [: cose diverse dall’uno], giacché sennò vedresti una traccia, non esso; in alternativa intendi che cosa possa essere questo, che è possibile assumere...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 9

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 9

Set 27

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 8   9. tutto quel ch’è generato da altro o è in quello che l’ha prodotto od in altro, se per davvero c’è qualcosa dopo il produttore stesso; giacché, siccome è generato da altro ed è bisognoso di altro per la genesi, abbisogna...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 8

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 8

Set 24

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7   8. Comunque non si deve cercare donde [è apparsa]; siccome non v’è questo «donde»; siccome né arriva in né esce da nessun posto, tutt’altro: appare e non appare; perciò bisogna non tallonarla, tutt’altro: rimanere in quiete,...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 7

Set 20

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 6   7. Ordunque, giacché anche l’osservare in atto è duplice, come s’osserva per l’occhio ‒ siccome per esso una cosa è il guardato, l’eidos [: la forma] del sensibile, un’altra quello attraverso cui guarda l’eidos [: la...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 6

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 6

Set 17

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 5   6. D’altronde questi argomenti siano letti come si desidera. Dunque, se l’entità [: la sostanza] generata è eidos [: forma] ‒ ordunque, non si può evocare qualcos’altro come quel ch’è generato quindi [: da lassù] ‒,...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 5

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 5

Set 13

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 4   5. Ma occorre che noialtri ricominciamo l’ascesa verso quell’obiettivo, argomentando che il primo rimane lo stesso, anche se da esso si generano esiti altri [: diversi]. Nei numeri quindi, mentre l’uno rimane [in se stesso] e un altro...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 4

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 4

Set 10

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3   4. Che quindi si deve esigere la produzione della riconduzione all’uno in vetta, ovvero al non-latentemente [: veramente] uno (peraltro non uno come le altre cose, che, essendo più [: molte], devono l’unità alla partecipazione...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 3

Set 06

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2   3. Orbene, questa è per noi una singola [: un’unica] natura, l’intelletto, gli essenti tutti, la non-latenza [: verità]; se dunque lo è, è un qualche maestoso dio; o meglio, non un qualche [dio], ma questi stimano d’essere tutto [dio]....

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 2

Set 03

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1   2. Non si deve allora né cercare gli intelligibili all’esterno [dell’intelletto] né giudicare che nell’intelletto vi sono i tipi [: le impronte] degli essenti né, astraendoli dalla non-latenza [: verità], ridurre gli...

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Plotino, Enneade V 5 [32: Che gli intelligibili non son all’esterno dell’intelletto e intorno al bene], 1

Ago 30

    1. Orbene, qualcuno potrebbe forse professare che l’intelletto, l’intelletto vero e ontologicamente essente, s’inganni qualche volta e ammetta nella sua dottrina i non-essenti? In nessun modo. E difatti come potrebbe esser ancora intelletto se fosse inintelligente? Occorre allora ch’egli eternamente abbia visto [: sempre sappia] e non oblii nella latenza in alcuna...

Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 3

Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 3

Ago 27

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 2   3. Come dunque potremo professare che occorrano differenti forme razionali in più gemelli? Se dunque si gisse anche verso gli altri animali, soprattutto quelli molto prolifici? Beh, nelle occorrenze in cui siano indistinguibili l’uno dall’altro, la forma razionale è...

Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 2

Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 2

Ago 23

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 9 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 1   2. Ma se le mescolanze delle forme razionali di maschio e femmina producono differenti [figli], non vi sarà più una qualche forma razionale determinata di ciascun generato; dunque ciascuno dei due generanti, come il maschio, non produrrà conformemente a forme razionali...

«L’ansia di un’altra città»: una risposta al crocianesimo e al nichilismo

«L’ansia di un’altra città»: una risposta al crocianesimo e al nichilismo

Ago 17

    Oggi pubblichiamo il primo articolo di Andrea Tortoreto. Andrea si è laureato, ha conseguito il dottorato ed è divenuto assegnista in Filosofia teoretica presso l’Università di Perugia. Si è occupato del pensiero di Capitini, dell’attualismo, dei rapporti tra ermeneutica e pensiero analitico, del pragmatismo e della filosofia della percezione con particolare riferimento al...

Plotino, Enneade V 7 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 1

Plotino, Enneade V 7 [18: Su questo: se vi siano idee anche dei singolari], 1

Ago 16

    1. V’è forse un’idea anche di quel ch’è singolo? Ebbene sì, se io e ciascuno esibiamo l’attività occorrente all’ascesa all’intelligibile e il principio di ciascuno è là. Già, se Socrate è sempre anche l’anima di Socrate, vi sarà Socrate-stesso, perciò, come anima, i singoli anche |5| così si giudicano esser là. Se invece non sempre [Socrate è...

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 14

Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 14

Ago 13

    Brano precedente: Plotino, Enneade V 9 [5: Sull’intelletto e le idee e l’essente], 13   14. Perciò questa natura abbracciante tutte le cose nell’intelligibile va classificata come principio. Eppure come [è possibile questo], giacché il principio è quello che è ontologicamente singolo [uno] e totalmente semplice, mentre v’è pluralità negli essenti? Come...